Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘ascolto’


Fine settimana all’insegna della condivisione, quello appena trascorso a Firenze.
Vecchi compagni di avventura ritrovati, nuovi volti incontrati.
Tanti bambini e qualche nonno, che sia anche questo la familiarità che andiamo cercando?

Intanto un bel brano in cui ci sento dentro tanto della condivisione che proviamo a praticare nei nostri incontri.

Ascolta

ascolto+esagerato[1]Quando ti chiedo di ascoltarmi e tu inizi a darmi il tuo parere, non fai ciò che ti ho chiesto.
Quando ti chiedo di ascoltarmi e tu inizi a spiegarmi perché non dovrei provare ciò che provo, calpesti la mia sensibilità.
Quando ti chiedo di ascoltarmi e tu pensi di doverti adoperare per risolvere il mio problema, mi hai frainteso per quanto strano possa sembrarti.
Ascolta! Chiedo soltanto di essere ascoltato. (altro…)

Read Full Post »


A seguito di 2 incontri del Capitolo delle Comunità, Mcf ha deciso di proporre alle Comunità un incontro unico in data da scegliere tra 3, indicando ai comunitari di partecipare insieme all’Incontro.

Il Capitolo delle Comunità è un incontro fra i rappresentanti di ogni comunità ed è una possibilità che le stesse  comunità CF si sono date e hanno trovato per accompagnarsi all’interno di Mcf. E’ divenuto nel tempo uno dei luoghi significativi per l’esperienza comunitaria. Si svolge circa 3 volte all’anno, ed è aperto alla libera partecipazione di qualsiasi comunitario.

La Comunità Il Sogno ha deciso di partecipare nell’incontro del giorno 20 novembre a Villapizzone.

Siamo andati Jasmine, Susanna Fanelli e Lorenzo. Jasmine ha partecipato a una gita con un amichetto e la baby sitter a un teatro di Milano.

Susanna e Lorenzo sono stati coinvolti insieme a altre 22 persone all’Incontro che trattava il tema sull’Ascolto e la Comunicazione, tenuto da Sonia Ambroset, psicologa. Il titolo dell’Incontro è stato:

“L’arte più degna è incidere sulla qualità della giornata”.

 Lorenzo: i miei sentimenti sull’incontro sono di grande gioia, mi sono sentito in famiglia in questo gruppo, formato da altri comunitari della Lombardia e Piemonte. Ho scoperto che non sono “obbligato” a cambiare né migliorare, che questo è un processo senza forzamenti, che succede di per sé “camminando” e sviluppando alcuni accorgimenti nella giornata sia in Comunità che in qualsiasi ambiente. Ho sentito che i miei atteggiamenti possono essere rivisti da me stesso nell’ottica di chiedermi “come” mi sento dentro quel “fastidio” specifico, invece di generalizzare le difficoltà. Inoltre posso cercare di dare più enfasi agli aspetti positivi di me stesso, dei miei amici e vicini.

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: